Tra il dire e il fare c'è di mezzo il "dare"


AGGIORNAMENTO - Settembre 2019

L’estate è sempre senza bambini a scuola e quindi niente foto con loro... Sia alla “Colombe” che a Monkara, gli edifici senza utenti dicono poco e quasi fanno tristezza. Nel viaggio di agosto ho incontrato solo i responsabili (i vari direttori e i capi villaggio) e insieme abbiamo fatto il punto sugli impegni che ci siamo presi.

La “Colombe”, ormai lo sappiamo, viaggia con le proprie gambe, anche se ho dovuto constatare che gli spazi che sono - per il numero degli alunni, sempre sull’ordine di 350 - un po’ angusti, fa sì che ogni anno gli ambienti necessitino di tinteggiatura e di arredi nuovi o da riparare.

Diversa è la situazione a Monkara: gli edifici sono con mattoni a vista e i banchi molto più solidi. Va aggiunto che gli spazi non sono così limitati come nella scuola della capitale. La novità che riguarda la scuola elementare di Monkara (anche qui siamo sull’ordine di 400 alunni) è che da quest’anno avremo un nuovo direttore (in Ciad ogni 5 anni c’è o la conferma o la destinazione dei direttori in altra scuola)che, per il momento, non è ancora stato nominato (la scuola inizia il primo ottobre).

Anche il CEG (College d’Enseignement Géneral = la nostra scuola media) ha il suo nuovo direttore nominato dallo Stato. Con lui e con i responsabili (docenti e capi villaggio) abbiamo fatto un incontro di verifica e di programmazione. Ci dobbiamo impegnare a costruire la casa del direttore (così avremo anche una persona – come per la scuola elementare – che vive nell’area della scuola). I genitori dei ragazzi hanno già provveduto a fare i mattoni, quindi si aspettano solo un po’ di quattrini per dare l’ok ai muratori e il via ai lavori.

Con il nuovo anno scolastico 2019/2020 si completerà il ciclo CEG e, per i ragazzi che vorranno, si aprirà la possibilità di iniziare il percorso liceale (il Liceo è raggiungibile in bici – ormai i ragazzi sono abbastanza grandi e autonomi – facendo circa 13 Km). Per questa ragione ho pensato e ho già lanciato l’idea a qualcuno, di creare qualche borsa di studio per i ragazzi/e più meritevoli che fossero intenzionati a proseguire gli studi, ma fossero magari in difficoltà economiche. Quando avremo fatto un po’ di conti, comunicheremo l’ammontare della singola borsa a voi che ci seguite.

Nel mio soggiorno a Monkara ho incontrato anche la parte femminile della scuola: il gruppo “sartoriale” (durante le vacanze sono prevalentemente le mamme ad approfittare dell’insegnamento). Alla ripresa dell’attività scolastica anche le alunne del CEG avranno le loro ore di lezione (intanto abbiamo acquistato altre 2 macchine da cucire per garantire l’insegnamento e la pratica ad un maggior numero).

Un’ultima cosa vorrei raccontarvi. Un mio collega di scuola (Liceo artistico E. U. Nordio) in primavera è morto ed il personale della scuola ha fatto una raccolta di fondi che la famiglia ha pensato di dedicare alla scuola di Monkara: per questo nel mese di agosto ho concordato con il direttore e i docenti di dedicare un’aula all’amico Riccardo.

 

Aggiungo qualcosa anche delle ragazze (ARF-VF). Come già sapete le ragazze variano in continuazione e difficilmente tra una visita e l’altra trovo le stesse. Quest’anno ne ho incontrato una ventina (abbiamo come il solito celebrato “festosamente” l’incontro) impegnate soprattutto nel taglio e cucito sotto l’attenta regia del maestro sarto. Nell’occasione mi sono “spupazzato” anche un bambinello ! Riguardo a Baga Sola non ci sono novità e sembra che il progetto si avvii ad una discreta autonomia.

 

Per il futuro siamo stati invitati a provvedere di una scuola in muratura anche il villaggio di Matekaga (dista circa 40 km da Monkara). In attesa di reperire i fondi necessari, pensiamo di cominciare, nei prossimi mesi, a fornire ai genitori dei ragazzi, che già frequentano la scuola “comunitaria” alloggiata in capanne, di un “forage” (per poter disporre dell’acqua necessaria per fabbricare i mattoni) e 2 presse per fabbricare gli stessi (ne serviranno circa 30.000).

Contiamo sempre sul vostro aiuto e sulla Provvidenza !

ASSOCIAZIONE VOLONTARI PER L'AFRICA DI TRIESTE
Parr. Nostra Signora di Lourdes - via M.te Mangart, 2/1 - 34149 TRIESTE
tel. 040 832 13 66

Cod. Fisc.: 90116220329

C/C postale n. 87569943

ultima modifica: 24 settembre 2019

* * * * *